Seleziona una pagina

Previsioni Meteo Neve per l’Inverno 2016-2017? Carissimi “freddofili” e “nevofili”, amici di valeriorosso.com, che in passato era il mitico psiconauta.org, Benvenuti al classico appuntamento di inizio estate dove vi parleremo di previsioni Meteo relative al freddo ed alle precipitazioni nevose per il prossimo Inverno 2016-2017.

Intanto precisiamo che la stagione invernale 2015-2016, come avevamo abbondantemente previsto su psiconauta.org, ovviamente grazie al nostro Beppin, si è dimostrata incredibilmente calda per il Mediterraneo e per tutte le aree che si affacciano su di esso. Sensibilmente diverso il meteo sull’Est Europa dove, soprattutto all’inizio dell’inverno 2015-2016, si sono osservati diversi periodi di tempo anche sostanzialmente più freddi, seppure per un lasso di tempo limitato e, quindi, non in grado di modificare un bilancio complessivo di media termica sfavorevole per tutti noi amanti del freddo intenso. Seconda parte dell’inverno, decisamente calda, anzi assolutamente più calda su Centro-est Europa, ma anche su tutto l’arco alpino italiano, tant’è vero che le anomalie finali sono risultate ancora più esasperate. Insomma nessuno di noi “freddofili”, “nevofili”, sciatori o snowboarders ha avuto soddisfazione!!! Ma guardiamo con fiducia avanti! Andiamo quindi ad iniziare…

 




 

Se è sicuramente vero che parte di queste elucubrazioni metereologiche derivano da un lavoro di ricerca e di aggregazioni di informazioni ottenute da siti italiani ed esteri sulle tendenze meteo globali a lungo termine, è altrettanto vero che la nostra principale fonte di informazione rimane il mitico Beppin, forse l’ultimo dei vecchi saggi occitani che si dedicano allo studio delle stagioni basandosi su antiche tradizioni. Beppin è stato da noi raggiunto nella sua baita in alta Val Varaita, come ogni anno, a fine Maggio 2016 e ha condiviso con noi la sua idea relativa al prossimo Inverno 2016-2017 in relazione soprattutto del freddo e della neve sull’arco alpino italiano. Lunga vita a Beppin!

deco

val-varaitaIniziamo dicendo che, purtroppo, con l’aumentare dei globali livelli del gas serra ed il prolungarsi del naturale fenomeno meteo di “El Niño”, il 2016 potrebbe togliere al 2015 il titolo di anno più caldo a partire dal 1880. Nonostante questa premessa, Beppin ci ha rivelato che questa Estate 2016 (per fortuna…) non sarà poi così calda, sicuramente molto meno di quella passata 2015, e sarà piuttosto secca anche se si potrà osservare anche qualche instabilità con brevi temporali, per lo meno nella zona delle Valli Occitane cuneesi: di questo si è mostrato molto sicuro! In ogni caso secondo gli esperti del “Met Office”, l’avanzatissimo servizio meteo del Regno Unito, alcune previsioni di massima per i prossimi mesi possono essere fatte ed in un report che sarà diffuso presto (di recente anticipato sul Guardian), viene descritto che nel 2017 la temperatura globale (per fortuna, diciamo noi!!!) calerà lievemente grazie alla diminuzione degli effetti del Niño; purtroppo dal 2018 al 2020 le temperature medie mondiali potrebbe nuovamente tendere risalire. Sembra quindi che da fine 2016 e a proseguire per tutto il 2017, con la fine di parte degli effetti del Niño e la possibile attivazione della Niña che raffredda il Pacifico tropicale centro-orientale, potrebbero esserci sensibili cali delle temperature. Purtroppo questi bellissimi effetti, assolutamente ben accolti da noi sciatori e snowboarders, potrebbero arrestarsi per alcuni anni a partire già dal 2018… Vedremo! Per adesso cerchiamo di sperare che le previsioni possano essere azzeccate almeno per il prossimo Inverno 2016-2017, giusto?! Dobbiamo anche segnalare la notizia che sembrerebbe anche che la circolazione termoalina atlantica è in fase declinante e l’Oscillazione Nord Atlantica (AMO) si sta muovendo verso una fase negativa pertanto questa condizione favorente il freddo potrebbe sommarsi al fenomeno della Niña producendo quello che temono i glacialisti, ovvero che la Corrente del Golfo “perda colpi” con conseguente momentanea modifica del clima dell’Europea nord-occidentale sarà più freddo e nevoso, rendendola molto simile alla Siberia. A catena anche l’Europa meridionale potrà subire un momentaneo cambiamento, anche se minore, per l’Inverno 2016-2017 potendo essere colpita da violenti e intermittenti raffreddamenti e da rapidi sbalzi di temperatura sempre verso il basso. Insomma da quello che abbiamo estrapolato noi potrebbe essere un inverno davvero molto favorevole per gente che ama il freddo, la neve e gli sport invernali!!! 🙂

deco

Ma adesso torniamo al punto più importante delle nostre previsioni: il mitico Beppin risulta in accordo con quanto previsto dai trend metereologici più aggiornati scientificamente? Sembrerebbe proprio di si! Secondo Beppin, ed il suo sguardo si è stranamente illuminato mentre lo diceva, il prossimo Inverno 2016-2017 sarà l’Inverno più freddo e dalle nevicate più intense degli ultimi 10 anni. Su questo è stato categorico e non ha ammesso repliche; nonostante noi confermassimo che il suo “sentore” era avvalorato da pareri internazionali, Lui ha scrollato le spalle dicendo, in occitano stretto, “…non ho bisogno di nessuna conferma, i miei avi ne sapevano più di tutti i vostri scienziati messi insieme…”. Non vi stiamo a riportare tutti i segni della natura che Beppin ha rilevato durante questa primavera (alterazioni della corteccia degli alberi, movimenti di gruppo di alcune specie animali, intensità del flusso dei ruscelli, colore dell’erba e del fogliame, forma delle nuvole, etc. etc.) ma sappiate che quest’uomo incredibile e magico ci ha descritto, con parole poetiche ed accurate, un imminente scenario meteo da brividi.

 




 

Eccovi il suo responso per i mesi da Settembre 2016 ad Aprile 2017 per quello che riguarda le previsioni Meteo Neve per le Alpi, in prevalenza nell’area delle Vallate Cuneesi Occitane sino ad arrivare alla Valle d’Aosta (Arco alpino occidentale):

SETTEMBRE 2016: Il caldo estivo, che, secondo Beppin, dovrebbe essere stato piuttosto moderato quest’anno, dovrebbe protrarsi per tutto il mese di Settembre 2016 con poca pioggia e, addirittura, afa anche verso le altitudini più alte. Un Settembre davvero tiepido ed un pochino anomalo…

OTTOBRE 2016: Caldo anomalo solo per i primi giorni del mese, e potreste iniziare a preoccuparvi durante l’inizio dell’Autunno 2016 dato che il caldo estivo sembrerà continuare ma…. non per molto! Le prime diminuzioni di temperature, molto evidenti anche se intermittenti in verità, si manifesteranno entro la metà del mese con le prime nevicate ad alte quote. Gli abbassamenti della temperatura saranno repentini anche se faranno seguito altrettanto rapidi innalzamenti. Ma in ogni caso la prima neve arriverà e cadrà sugli alberi che ancora non avranno perso completamente le foglie.

NOVEMBRE 2016: Il freddo aumenterà gradualmente, sempre con andamento intermittente, e di neve intensa ce ne sarà poca anche se qualche “imbiancata” ci sarà: una sorta di lenta, lentissima partenza. Che dire?! Niente di esaltante per il mese di Novembre 2016. Non temete, Beppin ha detto “…è la grande rincorsa prima del grande balzo!” …anche se bisognerà aspettare ancora un pochino… aaargh!!!!

DICEMBRE 2016: All’inizio del mese e sino a metà mese purtroppo nessuna nevicata, solo sporadiche imbiancate su parte dell’arco alpino ma ad altezze nettamente superiori. Sembra che sarà presente una bolla enorme di alta pressione che imperverserà su tutto il nord e centro Italia sino alla metà del mese. In ogni caso il freddo sarà notevole anche se non produrrà materia prima nevosa. Ma Beppin sostiene che la settimana prima di Natale 2016 la neve arriverà sulle Alpi ed anche in pianura con una bufera che perdurerà 2 o 3 giorni: Neve e Freddo ai massimi livelli dovrebbero essere assicurati per il Natale 2016!!! Speriamo che questa Bufera di Neve prevista da Beppin giunga a rallegrare i Cuori di tutti i Freddofili e Nevofili!!!

GENNAIO e FEBBRAIO 2017: Qui si dovrebbe iniziare a ragionare Cari Amici Freddofili!!!! Nevicate copiose per tutto il mese secondo il vecchio occitano della Val Varaita!!!! Dovrebbero, secondo Beppin, essere i mesi TOP per freddo e neve a tutte le altezze e anche in pianura. La riserva di neve si saturerà di materia bianca farinosa e di primissima qualità su tutte le Alpi con nevicate magari non frequenti ma estremamente abbondanti. … ho detto “Estremamente abbondanti”, ok?! E non dimenticate che in questo 2017 ci sarà la BAìO in Val Varaita!!!! Non sapete cosè?! Ve lo spiegherò…poi!….

MARZO e APRILE 2017: Si dovrebbe assistere ad un piuttosto repentino rialzamento delle temperature, non favorevole ad un proseguimento della stagione sciistica sino alla primavera, anche se la riserva nevosa durerà abbastanza vista la quantità che, si spera, sarà scesa in Gennaio e Febbraio. D’altra parte a partire dalla Primavera 2017 si dovrebbe assistere ad un netto riscaldamento dell’ambiente secondo gli esperti che abbiamo reperito sul web. Speriamo di No, diciamo Noi!!!

Ok, ragazzi, che dire di più? Beppin si è espresso e sembra essere in accordo con quanto si può reperire sul web al riguardo di previsioni meteo a lungo termine (lunghissimo direi!). Pensate che Beppin sia uno caro vecchietto un pochino sciroccato? Vedremo! A noi piace andarlo a cercare ogni anno per farci fare le previsioni per l’Inverno, e volete sapere una cosa? Non sarà uno scienziato o un meteorologo, ma ci ha sempre azzeccato!

Ricordate che psiconauta.org è diventato valeriorosso.com!

 




 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Share This